Anche gli zoo politicamente corretti Stampa
Scritto da ansa   
Giovedì 29 Aprile 2004 01:00

Salutismo e new age entrano nella regolamentazione della vita di tutti i giorni

Anche gli zoo diventano off-limist per le sigarette. Un decreto del ministero dell'Ambiente e dalla Tutela del Territorio, che ha ricevuto il primo via libera da parte del Consiglio dei Ministri, prevede infatti il divieto di fumo per lo staff in prossimita' delle gabbie o nel momento della preparazione del cibo per gli animali ospitati nei giardini zoologici italiani.

Ma non e' la sola novita'. Il provvedimento contiene infatti una rivoluzione 'new-age' in piena regola, arredamento e tavola inclusi. Diete ad hoc per una alimentazione equilibrata, lavorazioni di rami e alberi, tane e piante per un maggiore comfort dell'ambiente casalingo e un sano esercizio fisico sono infatti tra le regole delle nuove strutture a cinque stelle.
In primo piano la tutela della maternita' e quindi la salvaguardia della biodiversita' con sale parto e nursery dedicate a mamme e cuccioli. Inoltre check-up veterinari anti-stress e garanzie anti-abbandono in caso di chiusura della struttura chiudono il pacchetto salva-animali.

''Finalmente - ha detto Il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, Altero Matteoli - viene introdotta una disciplina organica in materia di giardini zoologici. Il provvedimento tiene da una parte conto di una corretta gestione degli zoo e dall'altra fissa standard e regole che assicurino la cura degli animali, il loro benessere, la loro salute. Il grado di civilta' di un paese si misura anche con l'attenzione che viene posta nei confronti degli animali''.