Blair pronto a dimettersi per salvare i laburisti Stampa
Scritto da www.repubblica.it   
Martedì 11 Maggio 2004 01:00

Sondaggi al minimo, il premier disposto a farsi da parteIl ministro Gordon Brown in pole position per la successione

Il primo ministro britannico, Tony Blair, è pronto a dimettersi se la sua permanenza a Downing Street dovesse danneggiare il partito laburista. Lo riferisce il quotidiano Guardian, citando fonti vicine al premier inglese. Nel caso Blair dovesse farsi da parte, il successore designato sarebbe Gordon Brown, attuale ministro del Tesoro.

Secondo gli ultimi sondaggi, se si votasse oggi in Gran Bretagna, i conservatori prevarrebbero sui laburisti, fermi al 32 per cento, il livello più basso degli ultimi 17 anni. Una tendenza che potrebbe essere invertita se Blair lasciasse il posto a Brown: in tal caso il partito Labour riuscirebbe a strappare più seggi degli avversari.

Secondo il Guardian, Blair non vuole ripetere l'errore di Margaret Thatcher, le cui manovre per ostacolare la candidatura del successore designato Michael Heseltine nel 1990 si rivelarono disastrose per il partito Tory.

Commentatori politici e alleati consigliano al primo ministro con sempre maggiore insistenza di prendere le distanze da Bush e di ammettere i suoi errori nella missione irachena. Come scrive il Financial Times "ha accettato di condividere la responsabilità della guerra, senza avere ricevuto in cambio alcuna autorità sul modo di gestirla: Bush al massimo ascolta, ma fa quello che vuole".