Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Lei si che se ne intende! PDF Stampa E-mail
Scritto da ilgiornale.it   
Martedì 13 Marzo 2018 00:11


Il voto per l’assegno parassitario è da sempre un valore per la Cgil

Con uno stivale sempre più giallo e blu, con il colore rosso ritiratosi in una minuscola "riserva indiana", proseguono le analisi da parte degli esponenti della sinistra, che cercano di capire le cause del tracollo, perché non si può che parlare di tracollo.
Susanna Camusso, leader della Cgil, in un'intervista a Repubblica sostiene "che tra gli operai delle fabbriche del nord iscritti alla Cgil ci fosse chi votava Lega lo sapevamo da tempo, la novità è che c'è un'altra quota di nostri tesserati che non si astiene più e vota per i Cinquestelle".
"Basta guardare la cartina dell'Italia con l'attribuzione dei seggi parlamentari - osserva - per vedere che è finita l'epoca dell''Italia rossa. Quel modello non c'è più, è tutto cambiato. Non c'è alcun voto contro la Cgil, anzi - sottolinea poi Camusso - ne esce confermata la nostra capacità di tutela al di là e oltre gli schieramenti politici, come ha certificato Ilvo Diamanti sul forte aumento di consenso alla Cgil. Poi è vero che quel voto, il primo dopo la crisi economica, sollecita una maggiore autonomia dalla politica e a essere tra i lavoratori in maniera costante non solo durante le vertenze o le vicende contrattuali".
"Chi ha votato M5S - afferma Camusso - ha votato anche per il reddito di cittadinanza, per una forma di assistenza. Ecco: in questa richiesta c'è un messaggio anche per il sindacato. C'è una parte crescente di popolazione che non trova protezione e il mondo del lavoro in generale si sente isolato senza più rappresentanza politica".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.