Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Del soldato politico PDF Stampa E-mail
Scritto da Gialuca Reale x teseo.altrevista.org   
Mercoledì 08 Agosto 2018 01:00


Ovvero della sfida alla modernità

 

Il fatalismo si può considerare la malattia del XXI secolo.
Esso non é altro che la tendenza a legarsi ad un’ottica  costantemete negativa rispetto a qualsiasi evento.

Fondamentalmente é il nuovo “centro” della modernità, nella quale questa “non essenza”, questo “vuoto”, questo “non fare”, domina e influisce sulla realtà, in una forma di arrendevole sottomissione che ricorda la desertica genuflessione, finalizzata ad una presunta “speranza” di salvezza  in attesa di un “Messia” che ripristinerà la giustizia.

É interessante ricordare che nell’antichità romana, tra  le forme di violazione dello Ius, compaiono le manifestazioni di “iniuriae passive”, ovvero quelle violazioni commesse da chi si disinteressa della vita sociale. Insomma, la “società orwelliana o degli spettri” è perfettamente corrispondente alla razza animica degli apostoli del fatalismo.

Contrariamente, il Soldato Politico, é colui il quale agisce nella Polis, con la stessa tenuta marziale del soldato al fronte, imprimendo nella sua vita il crisma della milizia, una funzione politico-pedagogica che mira a formare quella che viene comunemente chiamata “avanguardia di popolo”.

leggi tutto su:

https://teseo.altervista.org/rivolta-contro-il-fatalismo-il-soldato-politico/

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Agosto 2018 09:46
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.