Apocalypse now Stampa
Scritto da Gabriele Adinolfi   
Martedì 24 Settembre 2019 13:58


Da Malta il governo fa un assist ai trafficanti di esseri umani

Il governo canta vittoria. Da ora, ci raccontano, gli altri Paesi europei si prenderanno i migranti giunti sulle nostre coste, cosa che a Salvini non era riuscita.
Questa la retorica, ora andiamo alla sostanza.

Il primo dato significativo è che le imbarcazioni delle Ong sono state equiparate alle navi militari. In pratica questo governo concede alle associazioni internazionaliste private lo stesso statuto delle forze armate. Soros e Bill Gates vengono così istituzionalizzati come sovranazionali in Italia.
Da questo conseguirà inoltre che diversi migranti che fino ad oggi giungevano in Italia nei modi più diversi, da domani cercheranno di confluire nelle Ong istituzionalizzate e andranno a rimpinguare le casse delle associazioni che speculano sui traffici di disperati.

Il secondo dato significativo è che questo segnale di “accoglienza” incoraggerà i flussi migratori verso l'Europa. Non vedo che ci sia da felicitarsi se gli effetti verranno condivisi da altre nazioni, quando invece si dovrebbe intervenire sulle cause e non di certo incoraggiare gli sbarchi, addirittura in controtendenza con quanto sta facendo da un paio di anni la Francia.
Ma se non c'è da essere felici in quanto europei, come italiani la linea avallata a Malta significherà che attrarremo tutti qui (Grecia e Spagna per il momento non hanno partecipato all'accordo). In pratica rischiamo di spostare gli hot spot dalla Libia in Italia. Ovviamente, con la solita politica del pezzente, i nostri governanti sperano di ottenere in cambio aiuti economici dall'Europa. La stessa filosofia dei ras libici.

Il terzo dato è che fino ad oggi l'accordo riguarda noi, la Francia, la Germania, la Finlandia e Malta.
Quest'ultima non ha capienza significativa, oltre a noi restano così tre nazioni. Le quali s'impegnano a prenderci una parte di migranti entro quattro settimane dagli sbarchi. I tempi difficilmente saranno rispettati, ammesso e non concesso che si adempia effettivamente agli accordi. Ponendo però che tutto sia regolato come un orologio svizzero, i migranti che verranno a ondate a causa degli interessi delle Ong - che vanno oltre il fanatismo di una perversione ideologica in quanto concernono affari miliardari leciti e illeciti - si accavalleranno costantemente con quelli parcheggiati in attesa di andare altrove. Sicché avremo masse di estradandi unite a masse di inerti che riceveranno asilo tricolore. Una vera e propria polveriera sociale nei campi di concentramento e nelle località che li ospitano. Peraltro la fine della linea Salvini che obbligava le navi delle Ong a lunghe attese in mare renderà ben più veloci le operazioni di sbarco e dunque le moltiplicherà.

Il quarto dato è che se gli sbarchi realizzati tramite le Ong e la Marina militare aumenteranno esponenzialmente, il resto che avviene mediante altri trafficanti di esseri umani, concorrenziali con quelli della piovra buonista, continuerà a verificarsi. Ad oggi parliamo dell'80% degli arrivi. Percentualmente il rapporto cambierà ma si tratterà sempre di una maggioranza. Tra l'altro se percentualmente questa maggioranza sarà meno importante, sarà comunque più numerosa di oggi visto che tutto l'indotto conoscerà una stagione vivace.
E di questi migranti qui nessun altra nazione si farà carico, perché non rientrano negli accordi.

Gli eredi del governo delle Amlire sono all'opera da par loro.
Benvenuti all'inferno!