Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Gennaio 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
In ritardo ma verso il futuro PDF Stampa E-mail
Scritto da Gabriele Adinolfi   
Mercoledì 08 Gennaio 2020 00:47


I travagli del sovranismo nell'editoriale di Svegliati Europa numero 29

Il 2019 si è chiuso con la svolta trumpiana sulla Cina che attesta il desiderio d'inaugurare un duopolio riducendo tutti gli altri players a medie o piccole potenze.
Registriamo frattanto i successi dell'influenza turca in Siria e in Libia e le difficoltà francesi nel Sahel mentre Pechino, per la Via della Seta, intende trattare separatamente con i partners europei.
L'Italia affonda a Venezia e capitola a Taranto.
La Brexit, fortemente voluta e sospinta dai poteri forti britannici, apre a incognite di ogni genere.
Sul piano dello spazio, dell'armamento e delle strategie geopolitiche, quantomeno teoriche, il capitalismo europeo ha intanto intrapreso una reazione attiva e prospettica.
Ma Washington e Londra non demordono e indirizzano in chiave atlantista le formazioni sovraniste e verdi a Bruxelles al fine di fare attrito alla nostra emancipazione dalla sudditanza.
Per fortuna, anche se con immenso ritardo, il sovranismo italiano inizia a ragionare in termini di sovranismo europeo. Lo ha fatto innanzitutto Salvini proponendo una nuova politica sull'immigrazione, lo ha ripetuto Giorgia Meloni nel proporre soluzioni alla nostra crisi siderurgica.
Tutto questo avviene ancora in modo superficiale e in colpevolissimo ritardo, ma è un buon segno.
Non esistendo più avanguardie politiche e poiché la destra radicale va ormai a rimorchio di tutti e si lascia incantare da qualunque sirena, purché alogena, bisogna sperare nella forza delle cose che trascina e orienta chi si barcamena. Non la sottovaluterei.



 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.