Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Il sovranismo è solo in Europa PDF Stampa E-mail
Scritto da tgcom24   
Venerdì 26 Febbraio 2021 00:45


Eppure è così elementare che si fa fatica a pensare che c'è ancora chi non lo capisce

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha incontrato giovedì al Mise il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi per un primo confronto sulla possibilità di produrre in Italia il vaccino anti Covid. Intanto in Francia il prefetto della regione di Nizza ha annunciato il "rafforzamento dei controlli alle frontiere" con l'Italia, nell'ambito della stretta anti-Covid.
Case farmaceutiche: "Per i vaccini servono 4-6 mesi da avvio produzione"Le aziende intanto sono partite con una "ricognizione" per vedere chi abbia i macchinari adatti, i bioreattori, per partecipare alla produzione. "Faremo il punto della situazione sulle possibilità di dare una mano - ha detto Scaccabarozzi - diremo al ministro come si produce un vaccino e quali sono i tempi: un vaccino è un prodotto vivo, non di sintesi, va trattato in maniera particolare. Deve avere una bioreazione dentro una macchina che si chiama bioreattore. Insomma, non è che si schiaccia un bottone ed esce la fiala. Da quando si inizia una produzione passano 4-6 mesi".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.