Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Maggio 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Da leggere e imparare a memoria PDF Stampa E-mail
Scritto da Adriano Romualdi   
Martedì 13 Aprile 2021 01:50


La condanna senza appello del sovranismo e dei suoi fondamenti

Noi entrammo in una guerra che decideva della conquista di grandi spazi africani e mediterranei - necessaria all'Italia per adeguarsi alle nuove porzioni della storia mondiale - con una mentalità piccolo nazionalista che si esprimeva negli slogans: Corsica, Nizza, Savoia. Entrammo in una guerra che decideva della forma spirituale del continente, senza che la nostra classe dirigente comprendesse il significato storico, ideale, geopolitico della titanica lotta della Germania per il riordinamento dell'Europa. Entrammo in una guerra ideologica e continentale con un tascapane di patriottismo locale i cui orizzonti erano il Piave e il Grappa, e non il canale di Suez o i petroli irakeni. (...) Quei superpatriottici che rimproverano a Mussolini l'alleanza con la Germania, sono gli stessi che hanno atteso d'esser "liberati" dai marocchini. Ma i loro fondi firmati su quotidiani indipendenti ci rivelan soltanto un tenace servilismo nei confronti di Washington e una poco nobile nostalgia dei "liberatori". In realtà, dopo l'8 settembre, in Italia non possono esservi più che patrioti russi e americani; o patrioti europei.


Una cultura per l'Europa - Adriano Romualdi

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.