Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Come dicevamo da tempo PDF Stampa E-mail
Scritto da scenarieconomici.it   
Lunedì 28 Giugno 2021 00:41


L'economia mondiale sarà anche un campo di battaglia

Tremonti ci propone la sua visione del mondo, che osserva fin dagli anni ottanta. Da quel periodo vi è stata una tendenza globale che ha svuotato il potere democratico negli ultimi trenta anni. Un cambiamento fortissimo, avvenuto in  poco tempo, di cui il WTO è stato uno strumento necessario. Con l’entrata dell’Asia e della Cina nel WTO tutto ha iniziato a crollare.
Si è parlato in quegli anni di “Fine della storia”, in cui si pensava di costruire un “Uomo nuovo” basato sul mercato, con la cancellazione della geografia. Tutto per la globalizzazione.
Ora, nel mondo post crisi finanziaria e post pandemia. Ora ci siamo avviando alla fine della globalizzazione, ma la pandemia, ed i conflitti tornano. Torniamo a una dimensione internazionale, con confronti fra poteri, anche militari, fra i veri poteri. Avremo confronti nel Pacifico, avremo confronti anche nell’Artico, per motivi di carattere commerciale. Stimo tornando alla fase precedente, pre globalizzione. Saremo in grado di giocare le nostre carte?


Il video:

https://scenarieconomici.it/tremonti-il-mondo-del-futuro-sara-un-campo-di-battaglia-fra-potenze/

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.