Scadenze in Europa Stampa
Scritto da Gabriele Adinolfi   
Martedì 08 Febbraio 2022 01:26


Editoriale Svegliati Europa di febbraio

Il 31 marzo scadono insieme lo stato d'emergenza in Italia (in teoria prorogabile) e il Programma di acquisto per l'emergenza pandemica della Bce (non prorogabile). Questo preannuncia una “normalizzazione” post-pandemica. Come essa avverrà è tutto da stabilire. Il Parlamento da noi non solo non è più centrale, ma si è coperto di ridicolo per una settimana durante le elezioni presidenziali: il dirigismo sarà quindi protratto. Il ruolo dell'Italia commissariata nello scenario internazionale lo scopriremo nei prossimi mesi. Le presidenziali francesi rappresenteranno un crocevia decisivo e anche il definitivo stress test per il nuovo governo tedesco e per un ulteriore strappo europeo nei confronti dell'altra sponda dell'Oceano. Nell'attesa gli angloamericani provano a inchiodare la leadership europea, nonché a bloccare il North Stream 2, sfruttando la tensione ucraìna e kazaka. Per il momento l'Europa mantiene i nervi saldi e il fatto che Mosca e Kiev si siano rivolte a Parigi e a un interlocutore franco-tedesco per cercare una via d'uscita non è cosa di poco conto.