SPAGNA, SI ALLE ADOZIONI GAY Stampa
Scritto da Alberto D'Argenzio   
Lunedì 17 Maggio 2004 01:00

Il governo Zapatero si avvia a riconoscere il diritto anche alle coppie omossessuali

La Spagna di Zapatero apre all'adozione per le coppie omossessuali. L'idea era già presente nel programma elettorale dei socialisti ma venerdì sera è stata ripresa e rilancita da Amparo Valcarce, sergretaria di stato per i servizi sociali, la famiglia e iportatoti di handicap. "Vogliamo rendere legale ciò che già è reale", ha affermato Valcarce. Il ragionamento si inquadra nella più ampia strategia di "piena equiparazione dei differenti modelli di famiglia sotto il principio di uguaglianza e non discriminazione per nessuna ragione, incluso il sesso", uno degli obiettivi del Piano integrale per la famiglia che il governo ha lanciato questo fine settimana per il periodo 2004-2008. Il Piano è articolato in tre momenti. il primo riguarderà la nuova legge sulle coppie di fatto., il secondo i matrimoni omossessuali - ora permessi solo in Olanda e Belgio dove però le coppie gay non possono adottare figli e già previsto in alcune regioni della stessa Spagna. Infine il diritto all'adozione. Su questo punto, Valcarve ha precisato che verranno stavbilite condizioni chiare per "preservare i diritti individuali e anche queli di terzi" in relazione a questioni come l'eredità e le pensioni. In Spagna alcuni omosessuali hanno già adottato dei bambini grazie alla legge che permette l'adozione ai single, ma hanno dovuto farlo celando i propri costumi sessuali. [...]