Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Sudafrica: Aids satura i cimiteri PDF Stampa E-mail
Scritto da Noreporter.org   
Giovedì 20 Maggio 2004 01:00

Le città sudafricane non hanno più spazio sufficiente nei cimiteri per seppellire i morti di Aids. Lo riferiscono funzionari cimiteriali. A Durban il terreno necessario per le sepolture nell'ultimo decennio è raddoppiato. A Pretoria lo spazio disponibile nei cimiteri sarà esaurito entro il 2009. A Cape Town c'è spazio solo per i prossimi due anni. Anche a Johannesburg le autorità comunali stanno allestendo "super-cimiteri".

Il Paese ha un numero di sieropositivi e casi di Aids conclamato che arriva a 5,3 milioni (su 45 milioni di abitanti). Qualche giorno fa, gli amministratori di Durban, la più grande città dello stato di KwaZulu-Natal, hanno detto in un comunicato che il terreno necessario per le sepolture nell'ultimo decennio è raddoppiato. Nella capitale, Pretoria, gli amministratori riferiscono che tutto lo spazio disponibile nei cimiteri sarà esaurito entro il 2009.

Quelli di Cape Town sostengono invece che hanno spazio solo per i prossimi due anni. A Johannesburg le autorità comunali stanno allestendo "super-cimiteri". Questo fenomeno sta facendo superare la resistenza della comunità nera per la cremazione, normalmente associato con le fiamme dell'inferno. Ma è ancora solo l'1 per cento della popolazione nera a scegliere questa modalità.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.