Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Gennaio 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Scuola dell’obbligo fino alla maggiore età PDF Stampa E-mail
Scritto da Ansa   
Venerdì 21 Maggio 2004 01:00

Il giusto provvedimento offuscato dal degrado progressivo della didattica italiana e dal sospetto che contribuisca a “parcheggiare” i giovani disoccupati falsando le statistiche

.jpeIl consiglio dei ministri ha approvato oggi in via preliminare altri due decreti legislativi in attuazione della riforma sulla scuola: quello riguardante il diritto-dovere all'istruzione e il provvedimento sull'alternanza scuola-lavoro. ''Il decreto sul diritto all'istruzione e alla formazione obbligatoria per tutti fino a 18 anni - ha dichiarato il ministro dell'Istruzione Letizia Moratti in una conferenza stampa a Palazzo Chigi - costituisce una tappa storica nel processo educativo del Paese''.

''Il decreto sul diritto-dovere - ha spiegato la Moratti - si ricollega alla storia del nostro Paese, ed e' la tappa ultima di un processo di innalzamento dell'obbligo scolastico partito con la legge Casati del 1859, che prevedeva la gratuita' e obbligatorieta' della scuola elementare, proseguito con l'innalzamento dell'obbligo a 14 anni nel '62 e a 15 in seguito alla riforma Berlinguer. Disciplina il diritto-dovere all'istruzione e alla formazione di ciascuna persona a partire dal primo anno della scuola primaria, per il raggiungimento del pieno successo formativo e corrisponde all'esigenza - ha proseguito - di dare a tutti i cittadini l'opportunita' di accedere ai livelli piu' elevati di istruzione e formazione''.
Il ministro ha quindi ricordato che la legge di riforma della scuola prevede che sia assicurato a tutti il diritto all'istruzione e alla formazione per almeno 12 anni o, comunque, sino al conseguimento di una qualifica entro il 18mo anno di eta'. Questo diritto si realizza nel primo ciclo del sistema dell'istruzione (scuola primaria&scuola secondaria di primo grado) e nel secondo ciclo (licei e istruzione e formazione professionale.

Assieme all'altro provvedimento varato oggi, quello sull'alternanza scuola-lavoro, il decreto sul diritto-dovere ''costituisce - ha concluso il ministro - un ulteriore passo avanti nella completa applicazione della legge delega che vedra' negli altri due decreti - quello sulla formazione e quello relativo al secondo ciclo - la finale applicazione'' I decreti approvati oggi dal Consiglio dei ministri si aggiungono ai due gia' varati nei mesi scorsi relativi al primo ciclo di istruzione e al riordino dell'Invalsi, l'Istituto per la valutazione del sistema scolastico.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.