Le Opzioni Statunitensi Stampa
Scritto da Stefano Vernole   
Mercoledì 21 Aprile 2004 01:00

breve storia delle varie anime della politica estera nordamericana

Se ormai sono abbastanza conosciute le strategie dell’attuale Amministrazione Bush - che rispecchiano le indicazioni della fondazione “Project for a New American Century” (il sito è www.newamericancentury.org) e sono volte all’instaurazione di una leadership planetaria americana - risulta utile tracciare un quadro storico degli orientamenti di politica estera del paese a stelle e strisce, tenendo presente che la piega negativa presa dagli avvenimenti in Iraq e Afghanistan potrebbe costringere le lobbies mondialiste a effettuare una virata a 360° in vista delle prossime elezioni presidenziali.

Prima, però, ricordiamo gli assunti fondamentali della “Dottrina Bush”, presentata il primo giugno 2002 dallo stesso Presidente alla prestigiosa accademia nazionale di West Point (la lettura del testo originale è reperibile su www.whitehouse.gov/nsc/nss.pdf ) :

1) Lotta al terrorismo tramite il “liberismo armato” ed ’”esportazione della democrazia”;

2) Assimilazione delle Nazioni Unite a sorta di ONG dedite agli aiuti umanitari;

3) Possibilità di attacchi preventivi, anche da soli, contro i cd. Stati-canaglia;

4) Imposizione a tutto il pianeta di un unico modello economico, senza prestare attenzione alle controindicazioni ecologiche o sociali;

5) Mancato riconoscimento dei tribunali internazionali nel caso vogliano sottoporre a giudizio personale statunitense.