A caccia di razzismo Stampa
Scritto da ansa   
Lunedì 30 Agosto 2004 01:00

In Francia la situazione è tragica. Per ogni cosa che succede ai danni di persone ebree la comunità ebraica si rivolta e denuncia "atti di razzismo" (che puntualmente si rivelano inesistenti). E così la stampa, le tv e naturalmente Chirac. Se succede qualcosa a qualcuno si cerca il criminale, ma se succede qualcosa ad un ebreo si cerca il razzista. Ma cosa vuole la comunità ebraica? Semplice, vuole ottenere nuovi titoli per estendere il suo già incontrastato dominio sulla politica dei Paesi europei. L'ebreo non è come gli altri, sta sopra gli altri.

PARIGI, 30 AGO - E' un ex impiegato ebreo di quello stesso Centro ebraico di Parigi andato a fuoco il 22 agosto il presunto responsabile dell'incendio. L'uomo, un cinquantenne, e' stato fermato dalla polizia. Lavorava ancora saltuariamente come custode del Centro e, secondo la polizia, era animato da risentimento. Avrebbe cosi' deciso di vendicarsi. L'atto, qualificato come antisemita, aveva provocato commenti indignati da parte delle autorita' e della comunita' ebraica.