Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Novembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Da Hollywood alla Tate gallery PDF Stampa E-mail
Scritto da Agi   
Giovedì 21 Ottobre 2004 01:00

Bin Laden, il socio della Casa Bianca che fa furore nelle videocassette prodotte dalla Cia e dirette dal regista di guerre stellari diventa a Londra un prodotto artistico.

Londra, 21 ott. - Due artisti londinesi hanno ricreato virtualmente la dimora afghana di Osama bin Laden. Ben Lenglands e Nikki Bell stanno raccogliendo i frutti del loro lavoro: quest' opera potrebbe ottenere uno dei più controversi riconoscimenti artistici del mondo, il Premio Turner, che attrae circa 100 mila visitatori l' anno nella galleria Tate Britain. Guidati dai movimenti di un joystick da videogioco, i visitatori della galleria possono esplorare la modesta abitazione dello sceicco del terrore. Per realizzare l' opera, Langlands e Bell - incaricati dall' Imperial War Museum - hanno visitato personalmente la casa che ospitò Bin Laden fino al 1996, anno in cui si trasferì in Sudan. La cultura compie sempre più spesso incursioni nel mondo della politica, ma questo ultimo lavoro sta facendo discutere in Gran Bretagna, dove ci si domanda cosa sia giusto o meno definire arte.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.