Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Febbraio 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
242526272829 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Non solo Cogne PDF Stampa E-mail
Scritto da Agi   
Mercoledì 17 Novembre 2004 01:00

Stavolta la mamma si rivela una protagonista alla Charles Bronson e mette in fuga il rapitore del figlioletto. O almeno così pare

Padova, 17 nov. - I carabinieri stanno indagando su un controverso tentativo di rapimento che e' accaduto ieri a Meianiga di Cadoneghe, una frazione alle porte di Padova.
Monica Zampieri, 37 anni, stava uscendo di casa col figlioletto di poco piu' di tre anni, quando si e' vista improvvisamente di fronte un uomo vestito di nero e incappucciato che l'ha aggredita e malmenata senza pieta' cercando di legarle le mani con una corda. L'uomo aveva poi afferrato il bambino dicendo in dialetto veneto che si sarebbe fatto vivo piu' tardi. E' stata la forza della disperazione a far reagire la madre seppur indebolita dalle percosse. La donna si e' divincolata, ha ripreso suo figlio e ha attaccato il rapitore che si e' dato alla fuga. Secondo quanto riferito in seguito dalla donna ai carabinieri, fuori c'era un'auto ad aspettarlo, guidata da una donna. L'episodio e' ancora difficile da decifrare; i carabinieri stanno indagando sull'attivita' del marito della Zampieri, artigiano di un'impresa edile. Non si esclude che l'episodio possa essere stato un avvertimento da ricollegare al mondo degli appalti edili.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.