Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Le streghe PDF Stampa E-mail
Scritto da lastampa.it   
Venerdì 10 Agosto 2018 00:35


In Italia

Viaggiare su e giù per il Belpaese significa anche andare alla scoperta di luoghi affascinanti ma poco conosciuti ai più, e proprio per questo ancora più carichi di suggestioni. Se poi i luoghi sono quelli ricchi di misteri e leggende allora il divertimento è garantito. Come l’itinerario che porta a visitare i borghi delle streghe, che in Italia sono vissute tra valli incantante e montagne isolate. Si tratta di piccoli centri diventati celebri proprio per la presenza, seppur discussa, di donne considerate fautrici di stregoneria. 
I borghi delle streghe 
Una delle località più famose è Triora, abbarbicata sulle Alpi Marittime in provincia di Imperia: è qui che si tenne, nella seconda metà del XVI secolo, uno dei più cruenti processi alle streghe in cui alcune donne vennero accusate di essere le streghe artefici delle pestilenze e della carestia. Ancora oggi passeggiando tra il dedalo di vicoletti, la moltitudine di archi e le casette di ardesia ci si imbatte in particolari decorazioni composte da scope, gatti neri, buoi, teste di pietra e strani personaggi. Ai piedi del Monviso, in provincia di Cuneo, anche Rifreddo ha ospitato un processo alle streghe: era il 1495 e i verbali sono ancora custoditi negli archivi del Comune. I cacciatori di presenze paranormali giurano che ancora aleggiano le anime delle povere donne torturate e condannate durante l’Inquisizione. Ed è infatti per questo che non si può mancare di partecipare alle Notti di Terrore nel Borgo, un percorso teatrale tra i vicoli più bui del paese che sono diventate il maggiore evento di richiamo. 
A una cinquantina di chilometri da Roma si trova il fiabesco borgo di Calcata, arroccato su una montagna di tufo nel Parco Regionale della Valle del Treja. Con intense passeggiate si ammirano patrimoni di grande valore storico, naturale e culturale e si fa tappa ai tipici ristoranti e alle botteghe ricche di oggetti lavorati a mano. A rendere particolarmente suggestiva Calcata è la sua straordinaria posizione sulla roccia tufacea, la stessa delle case di colore bruno su cui affondano le fondamenta che sembrano un’estensione naturale del colle: si dice che proprio questa sua particolare collocazione faccia suonare il vento che assomiglia al richiamo di qualche fattucchiera. 
In Salento il termine per indicare le streghe è striàra o macàra: secondo la credenza popolare erano le donne che nelle notti di luna piena si trasformavano in spaventose figure vestite di stracci neri e si recavano in gruppo in riva al mare o sotto un grande albero di noce per abbandonarsi in interminabili danze e riti spaventosi. Soleto, in provincia di Lecce, è un’antica cittadina caratterizzata dalle strette ed antiche mura e per i riti delle “Masciare”. Non mancano, infatti, antiche epigrafi sparse qua e là che ricordano l’origine magica del paese.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.