Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Marzo 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Chiamano il pubblico in giuria PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Giovedì 30 Gennaio 2020 00:14


per sostenere l'amica

Una pagina a pagamento su un quotidiano per sostenere l'innocenza di Marzia Corini, il medico accusato di aver ucciso il fratello malato di cancro, Marco Valerio, con una sedazione a base di Midazolam. La pagina è stata acquistata dagli amici del medico anestesista, imputata in Corte d'Assise a Spezia per omicidio volontario e falso in testamento in concorso. Secondo l'accusa lo avrebbe ucciso per impedirgli di riscrivere il testamento che così sarebbe stato vantaggioso per la giovane compagna. Le si difende dicendo che lo sedava per non farlo soffrire. "Crediamo nella giustizia. È impossibile che lei non torni alla sua vita: un medico al servizio dei più deboli. Con amore, come prima" si legge nella pagina sull'edizione spezzina de La Nazione. Le dichiarazioni portano la firma di oltre 130 amici della professionista. "Venti anni fa ha scelto di svolgere la sua professione nei luoghi più sperduti e poveri del mondo. Ha curato e salvato tante persone. Lei tornerà lì in quei luoghi di sofferenza ma anche di amore per la vita che si regala all'altro, Crediamo nella giustizia. E' impossibile che lei non torni alla sua vita". La sentenza è prevista in estate.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.