Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Ci nascono o fanno dei corsi accelerati? PDF Stampa E-mail
Scritto da huffingtonpost.it   
Martedì 11 Agosto 2020 00:44


Imbecilli!

Caduto il distanziamento orizzontale, ossia l’obbligo di mantenere la distanza di un metro dagli altri passeggeri, arriva il distanziamento verticale. E’ sfuggita ai più nel profluvio di norme e notizie sui comportamenti da tenere per evitare il contagio da Covid-19, ma da luglio a Torino è vietato guardarsi in faccia sui mezzi pubblici. La misura appunto ricade in quello che è definito “distanziamento verticale”.
“Particolare attenzione è posta al ‘distanziamento verticale’ per cui occorre evitare di trovarsi faccia a faccia con gli altri passeggeri”. “La maniera migliore per osservare questa modalità di prevenzione è rivolgere sempre lo sguardo verso i finestrini dei mezzi”, spiega l’azienda locale GTT. Inoltre resta obbligatorio l’uso della mascherina.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.