Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Se perderà ci mancherà PDF Stampa E-mail
Scritto da huffingtonpost.it   
Mercoledì 14 Ottobre 2020 00:05


Impossibile dire che non sia uno spasso

Donald Trump, ancora confinato alla Casa Bianca per il Covid, si affida a Twitter per attaccare i suoi avversari, dal candidato democratico Joe Biden alla sua vice Kamala Harris. Ma ne ha anche per i media definendoli “corrotti”, in quanto schierati a favore dei democratici.
In ordine cronologico di pubblicazione, Donald Trump si scaglia contro Joe Biden definendolo “un matto da anni, tutti lo sanno” e di come i media stiano cercando di mascherare il suo “quoziente intellettivo molto basso” e di nascondere “tutte le sue cose brutte”.
Poi se la prende con l’intero mondo della stampa, reo di essere “corrotto” così come il sistema elettorale statunitense. Rispondendo a un tweet, infatti, il presidente scrive: “Guarda cosa sta succedendo con schede false, perse e voti fraudolenti in tutto il paese”.
Poi attacca l’ala della sinistra più radicale, nella quale include anche Kamala Harris. A quest’ultima si rivolge posizionandola “molto più a sinistra del pazzo Bernie”. Una persona, la Harris, che sempre secondo Trump nasconde il suo estremismo e che ha “un’agenda radicale non al passo con i valori di questo Paese eccezionale”. Mentre Joe Biden, insiste, “non durerebbe neanche un mese”.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.