Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Luglio 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
La casa ? Te la do col cavolo ! PDF Stampa E-mail
Scritto da Corriere della sera   
Venerdì 09 Luglio 2004 01:00

Un assessore di centrosinistra accusato di offrire l’impegno della giunta per fornire alloggi in cambio di incontri a luci rosse. Ma chi dice che la politica annoia e non permette di socializzare ?

Era alla Casa nella scorsa giunta di centronistra

Arrestato ex assessore: case in cambio di sesso

Avrebbe preteso prestazioni sessuali da parte di alcune donne brindisine per favorirle nella concessione di alloggi popolari

BRINDISI - Avrebbe preteso prestazioni sessuali da parte di alcune donne brindisine per favorirle nella concessione di alloggi popolari: gli incontri avvenivano nello studio privato dell'ex assessore alla Casa del Comune di Brindisi, Domenico Sanna, di 54 anni, commercialista, arrestato oggi per concussione e violenza sessuale dagli agenti della squadra mobile di Brindisi.
Sanna - arrestato sulla base di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Simona Panzera su richiesta del pm Pasquale Sansonetti - è stato assessore alla casa nella scorsa giunta di centrosinistra al Comune guidata da Giovanni Antonino.
Lo stesso Antonino fu arrestato nell'aprile scorso, insieme con il presidente del consiglio comunale, Ermanno Pierri, nell'ambito di un'altra indagine riguardante presunte tangenti.
Gli incontri tra Sanna e le sue vittime - secondo quanto avrebbero accertato gli inquirenti attraverso intercettazioni ambientali - avvenivano nello studio privato dell'ex assessore, sulla strada statale 7, in una villetta a due piani, vicina all'ospedale Perrino di Brindisi.
Sanna, secondo le accuse, approfittava del suo incarico pubblico per poter ottenere incontri con alcune donne alle quali prometteva un suo impegno per risolvere eventuali problemi che potevano verificarsi nella concessione degli alloggi popolari. Il dirigente della squadra Mobile di Brindisi, Angelo Loconte, nel corso di un incontro con i giornalisti ha reso noto che l'inchiesta è nata quasi per caso, quando la polizia, nel corso di un controllo antidroga ha trovato in casa di una donna tossicodipendente una cassetta audio con la registrazione dell' incontro avvenuto tra la stessa ed il politico arrestato. Sanna, pur avendo fatto parte di una giunta di centrosinistra, alle ultime elezioni si è candidato, senza successo, alla Provincia di Brindisi nella lista «Forte», vicina al centrodestra. Nei confronti di Sanna, oltre ai riscontri ottenuti dagli investigatori con pedinamenti ed intercettazioni, ci sono anche le denunce presentate da alcune donne vittime delle pretese dell'ex assessore.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.