Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Nonna roulette PDF Stampa E-mail
Scritto da Ansa   
Venerdì 23 Luglio 2004 01:00

Un’insospettabile ottantenne drogava e rapinava le coetanee per giocare il bottino al casinò di Sanremo.

Una ottantenne terribile, che derubava coetanee dopo averle stordite con sonniferi nel caffe' e subito dopo si giocava al casino' il bottino, e' stata arrestata dagli agenti della Polizia Ferroviaria del compartimento della Liguria. Vittoria Benetti, il cui primo arresto per furto risale al 1958, e' stata catturata nella sua casa di Vicenza per l'ultimo colpo da mille euro, compiuto ai primi di luglio nel bar della stazione di Ventimiglia ai danni di una settantenne occasionale compagna di viaggio.
L' aveva avvicinata alla stazione ferroviaria di Montecarlo, dove si era recata a sfogare la sua passione per il gioco d'azzardo. Conquistata la sua fiducia grazie ai modi gentili ed alla parlantina sciolta, Vittoria Benetti l'aveva drogata e derubata e poi era corsa, sempre in treno, al casino' di Nova Gorica, in Slovenia, a puntare i mille euro della vittima. Questa aveva dormito profondamente per oltre dodici ore e tuttora soffre di postumi della massiccia dose di sonnifero bevuta con il caffe'.
Gli agenti della Polfer, capito di avere a che fare con una vecchia conoscenza, hanno fatto vedere alla derubata la foto della Benetti e sono corsi nella sua casa di Vicenza, dove l'hanno trovata. Durante una perquisizione sono saltati fuori psicofarmaci, biglietti ferroviari, documenti e tessere che hanno consentito di risalire ad almeno altri cinque furti commessi di recente.
Proprio il timore che Vittoria tornasse a colpire e soprattutto che, data l'eta', eccedesse nella dose di sonnifero somministrato ha indotto gli inquirenti a rinchiuderla nel carcere veronese di Montorio in attesa che la magistratura valuti se assegnarla all'ospedale psichiatrico giudiziario che l'ha gia' avuta in cura.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.