Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Novembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Se Xi dice sì PDF Stampa E-mail
Scritto da wallstreeitalia.com   
Lunedì 05 Novembre 2018 00:08

La Cina non esclude la guerra


Preparatevi alla guerra. L’avvertimento arriva dal presidente cinese Xi Jinping al comando militare di Pechino durante una delle numerose visite che il presidente ha fatto durante un viaggio di quattro giorni nella provincia della Cina meridionale.
Una delle missioni principali affidate al Southern Theatre Command – una delle cinque zone di guerra affidate alla supervisione dell’esercito cinese – è il monitoraggio del Mar Cinese Meridionale, un’area in cui le tensioni e le attività militari che coinvolgono Cina, Stati Uniti e altre potenze sono cresciute costantemente. All’inizio di questo mese, un cacciatorpediniere cinese è quasi entrato in collisione con una nave da guerra statunitense dopo aver fatto quello che gli americani hanno descritto come una manovra “non sicura e poco professionale” nel tentativo di avvertirlo di lasciare l’area.
Il Southern Theatre Command ha dovuto sostenere una “pesante responsabilità militare” negli ultimi anni (…) è necessario rafforzare la missione … e concentrare i preparativi per combattere una guerra. Dobbiamo prendere in considerazione tutte le situazioni complesse e fare di conseguenza piani di emergenza. Dobbiamo intensificare gli esercizi di preparazione al combattimento, esercizi congiunti ed esercizi di confronto per migliorare le capacità dei soldati e la preparazione alla guerra.
Così il presidente cinese nel suo discorso. Secondo osservatori militari le parole di Xi hanno probabilmente lo scopo di sollevare il molare e reiterare le rivendicazioni territoriali di Pechino nel Mar Cinese Meridionale come ha sostenuto  Collin Koh, ricercatore presso la Scuola di Studi Internazionali di S. Rajaratnam presso l’Università tecnologica di Nanyang a Singapore.
Secondo Koh l’avvertimento al Southern Theatre Command è anche un chiaro segno indirizzato alle forze indipendentiste a Taiwan dopo che le relazioni tra Pechino e Taipei sono peggiorate da quando Tsai Ing-wen, partito indipendentista democratico progressista, è stato eletto presidente di Taiwan nel 2016.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.