Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Giallo in rete PDF Stampa E-mail
Scritto da apcom   
Giovedì 02 Aprile 2009 11:26
 

Il controllo cinese in centotre paesi

Ministeri degli Esteri, ambasciate, organizzazioni internazionali, media e ong ma anche uffici privati tra cui quelli del Dalai Lama sarebbero vittime di uno spionaggio informatico su vasta scala messo a punto da hacker cinesi. Lo rivelano ricercatori canadesi del Munk Centre for International Studies dell'University di Toronto che però non possono dire con certezza se e quanto sia coinvolto in tutto ciò il governo di Pechino.

Secondo la ricerca, negli ultimi due anni 1.295 computer in 103 paesi diversi sarebbero finiti nella rete degli spioni informatici cinesi, i cui piani rimangono ancora sconosciuti. E' stato proprio l'ufficio del Dalai Lama, il leader spirituale tibetano che vive in esilio in India, a chiedere il supporto dei tecnici canadesi dopo che i propri computer avevano dato segni sospetti di

malfunzionamento. Gli esperti hanno stabilito che il sistema, da loro battezzato GhostNet, oltre al Dalai Lama aveva come obiettivo lo spionaggio di molti governi, per lo più asiatici.

Tra Cina e Usa tutto il mondo è monitorato. Democraticamente però

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.