Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Novembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Saint Shark PDF Stampa E-mail
Scritto da apcom   
Domenica 27 Settembre 2009 09:14

A Palau verrà creato il primo santuario mondiale degli squali 

Il primo "santuario degli squali" al mondo verrà creato a Palau, la piccola repubblica nel mezzo dell'Oceano Pacifico, tra le Filippine e l'Indonesia. Il presidente di Palau, Johnson Toribiong, ne darà oggi l'annuncio ufficiale durante l'Assemblea generale delle Nazioni unite, che prevede un bando assoluto di pesca di squali nelle sue acque. Il divieto si estende su circa 600mila chilometri quadrati di acque, una superficie pari al territorio francese. Per gli ambientalisti, che da anni denunciano il rischio di estinzione della popolazione di squali, la decisione è "esemplare": oltre il 30% delle 64 specie di squali è a rischio. Il presidente Toribiong lancerà anche un appello per l'introduzione di un divieto globale di commercio delle pinne di squalo, utilizzate per alcune specialità culinarie. Nel mondo vengono uccisi in media 100 milioni di squali ogni anno. "La loro bellezza fisica e la loro forza, a mio parere, riflettono lo stato di salute degli oceani", ha detto Toribiong alla Bbc dal Palazzo di Vetro. Altri paesi in via di sviluppo, come le Maldive, hanno già introdotto misure restrittive sulla pesca degli squali ma l'iniziativa di Palau per un bando totale è senza precedenti.

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Settembre 2009 09:15
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.