Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Outing PDF Stampa E-mail
Scritto da repubblica.it   
Giovedì 05 Aprile 2018 00:37


Gli alleati di fatto rivendicano la loro reciproca passione

Anche gli israeliani hanno "diritto" alla loro terra. Lo ha dichiarato il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, a pochi giorni dagli scontri lungo il confine con la Striscia di Gaza in cui sono morti almeno 17 manifestanti palestinesi. "Credo che ogni popolo, ovunque, abbia il diritto di vivere nella sua nazione pacifica. Credo che i palestinesi e gli israeliani abbiano il diritto di avere la loro terra", ha affermato l'erede al trono saudita in un'intervista rilasciata al magazine americano The Atlantic durante il suo lungo tour negli Stati Uniti.
"Ma dobbiamo avere un accordo di pace per assicurare la stabilità a tutti e avere relazioni normali", ha proseguito Mohammed bin Salman, il cui Paese, sebbene non abbia relazioni diplomatiche ufficiali con Israele, ha da qualche tempo avviato un graduale processo che punta a migliorare i rapporti con Tel Aviv. Il principe ha quindi sottolineato di non avere "obiezioni religiose" nei confronti degli israeliani che vivono a fianco dei palestinesi, purché il principale sito sacro musulmano di Gerusalemme - la moschea di al-Aqsa - sia protetto.
"Abbiamo preoccupazioni dal punto di vista religioso riguardo al destino della moschea santa di Gerusalemme e ai diritti del popolo palestinese - ha concluso - Questo è ciò che abbiamo", mentre "non abbiamo alcuna obiezione nei confronti di altri popoli".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.