Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Altro che Brexit! PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Martedì 12 Marzo 2019 00:13


La società inglese è minacciata dall'abbandono dei contanti

Più di 8 milioni di inglesi farebbero fatica a far fronte ad una società senza contanti. Lo dice un importante studio indipendente, Access to Cash Review, presieduto dall’ex capo del Financial Ombudsman Service Natalie Ceeney, e finanziato da LINK, la più grande rete di sportelli bancomat del Regno Unito.
“Molte persone nel Regno Unito hanno già deciso di pagare per la maggior parte in modalità digitale, ma allo stesso tempo, ci sono tra due e tre milioni di persone in tutto il Regno Unito che dipendono interamente dai contanti”.
Le carte di debito lo scorso anno hanno ufficialmente superato le banconote e le monete come la forma di pagamento più popolare nel Regno Unito per la prima volta. Tuttavia c’è ancora un 17% della popolazione del Regno Unito – oltre 8 milioni di adulti – che farebbe fatica a far fronte a una società senza denaro”.
Così Natalie Ceeney, secondo cui è necessario garantire che nessuno rimanga indietro in un mondo digitale. Ceeney ha inoltre invitato il governo, i regolatori e le banche ad “agire subito o rischiano di lasciare indietro milioni di persone”.
Uk: sistema di cassa sull’orlo del collasso
Inoltre il rapporto mette in luce che il sistema di cassa del Regno Unito è “sull’orlo del collasso”. Il conto per la gestione dell’infrastruttura di cassa del Regno Unito – dagli sportelli bancomat ai centri di smistamento dei contanti – era di circa £ 5 miliardi l’anno, pagato prevalentemente dalle banche (e, in ultima analisi, dai consumatori), ha affermato il rapporto.
Ma mentre i costi sono in gran parte fissi, il reddito sta diminuendo rapidamente. Di conseguenza, ha affermato “abbiamo un’infrastruttura di cassa che sta diventando rapidamente insostenibile”. Da qui l’allarme: la liquidità potrebbe ridursi al 10% di tutti i pagamenti nei prossimi 15 anni.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.