Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Gennaio 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Cause I'm the taxman PDF Stampa E-mail
Scritto da wallstreeitalia.com   
Lunedì 11 Gennaio 2021 00:35


If you don't want to pay some more

 

La conquista del Senato da parte dei Democratici e la nomina ufficiale di Joe Biden a Presidente degli Stati Uniti alimenta le attese di un nuovo piano fiscale Usa che si aggiungerebbe agli aiuti da 900 miliardi di dollari approvati in extremis a fine 2020.
Secondo alcune indiscrezioni, Biden starebbe considerando un piano fiscale da implementare in due step, uno che prevederebbe l’aumento dell’assegno a 2000$ (dagli attuali 600$) per far fronte all’emergenza coronavirus (che può essere approvato con la maggioranza semplice) e l’altro pacchetto da 3 mila miliardi di dollari in infrastrutture e rimodulazione delle tasse.
Secondo persone informate dei fatti, il presidente Usa vuole trasferire liquidità nelle mani degli americani nel più breve tempo possibile.

Piano fiscale Usa, Cosa pensa Goldman Sachs
A questo proposito gli analisti Goldman Sachs, qualche giorno fa, avevano anticipato, in caso di maggioranza dei dem anche al Senato, evento che si è poi verificato, “un maggiore stimolo fiscale a breve termine”.  Più avanti, ma “sempre nel 2021, ci aspettiamo anche aumenti incrementali delle tasse per poter finanziare gli importi di nuove spese, anche se in misura parziale rispetto a quanto proposto dalla campagna di Biden” avevano scritto in un report.
Alla luce dell’incremento di spesa prodotto dagli interventi anti-Covid, Goldman Sachs si aspetta che un giro di vite fiscale debba arrivare nel corso della presidenza Biden, anche se gli aumenti delle tasse sarebbero nettamente inferiori (il 75% in meno) rispetto a quelli promessi in campagna elettorale.

Wall Street festeggia in vista dei nuovi stimoli
Intanto, l’attesa per nuovi stimoli all’economia ha consentito ai mercati di mantenere un tono positivo, nonostante la violenta protesta dei sostenitori del presidente uscente Donald Trump che hanno assediato Capitol Hill e in cui hanno perso la vita quattro persone. L'indomani, per la prima volta il Nasdaq ha chiuso al di sopra di quota 13.000 mentre il Dow Jones e lo S&P 500 hanno chiuso rispettivamente, anch’essi per la prima volta, sopra le soglie di 31.000 e di 3.800.

Ultimo aggiornamento Sabato 09 Gennaio 2021 18:40
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.