Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Peppe Dimitri PDF Stampa E-mail
Scritto da tuo Gabriele   
Sabato 30 Marzo 2013 02:41

alt
Sette anni di vuoto

 

Sono passati sette anni Peppe, Comandante, da quando ci hai lasciati.
Il cuore letteralmente spaccato, quell'ultimo giorno di giove del mese di marte, per la prima volta dopo anni nel tuo quartiere d'adolescenza e di lotta, investito emblematicamente da un alleanzino che invertiva la marcia e, cambiando direzione, passava sul tuo corpo prendendoti alla sprovvista e troncando la tua esistenza terrena.
Pochi giorni dopo ci fu il più grande, magnifico, tragico, unitario, funerale che Roma ricordi e ci rendemmo conto tutti, allora, cosa rappresentavi per ognuno di noi, che ne fosse conscio o inconsapevole. Eri il Rex, colui che regge.
Sono passati sette anni e a Roma è apparso ogni giorno più evidente che la funzione centrale, quella di colui che appunto tutto regge, è venuta meno.
Sono passati sette anni e più il tempo passa più quel popolo o comunità o natio o insieme di tribus di cui eri il silenzioso pilastro, vacilla, flette, si piega, sbanda, e dà spesso invereconda prova di sé, presenti compresi.
Possa il tuo spirito venirci in aiuto, grande camerata, grande guerriero, grande capo, vero fratello.
O possa almeno il tuo ricordo essere l'antidoto alla nostra quotidianità.
Tuo Gabriele

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.