Vecchioni, non cantero' 'Marika' per molto tempo Stampa
Scritto da AdnKronos   
Giovedì 15 Aprile 2004 01:00

Il cantante a 'Batti e Ribatti'

Roma, 26 mar. - (Adnkronos) - ''Io ho il diritto di scrivere la canzone 'Marika', gli altri hanno il diritto di non ascoltarla. La mia piccola liberta' la metto al servizio della liberta' degli altri''. Cosi' Roberto Vecchioni risponde a Pierluigi Battista, nel programma ''Batti e ribatti'', in onda questa sera alle 20.30 su RaiUno a proposito della polemica nata sul suo brano dedicato a una donna kamikaze, che il cantautore ha deciso di non eseguire nella sua tournee.

''Alla base della decisione -spiega Vecchioni- c'e' un conflitto tra etica e passione. La mia passione e' inferiore all'etica comune. Io ho il diritto di scrivere questa canzone ma gli altri hanno il diritto di non ascoltarla. Quindi io la mia piccola liberta' la metto al servizio della liberta' degli altri. Forse non rimettero' Marika per molto tempo in concerto'', dice il cantante. E quando Battista gli ricorda che ''i giovani ebrei della comunita' milanese hanno detto che a Gerusalemme e' Madrid tutti i giorni'', Vecchioni risponde: ''Ho parlato con i giovani ebrei milanesi e ho rispettato la loro opinione. Anche se mi permetto, visto che rispetto
le opinioni degli altri, che sono leggermente diverse i due tipi di bombe. Gli effetti sono ugualmente tremendi, ma cambia l'origine''.