Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Novembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Genocidi sotto silenzio PDF Stampa E-mail
Scritto da luomolibero.it   
Giovedì 21 Maggio 2009 07:15

 

Cogliere l'occasione mediatica per meglio difendere la causa del popolo Karen

 

 

Comunicato stampa

"La giunta militare birmana rivela nuovamente al mondo la sua vocazione liberticida. ora che anche il governo italiano prenda una posizione definitiva e impieghi tutte le proprie doti diplomatiche per convincere a fare lo stesso anche i paesi amici". Lo ha dichiarato Walter Pilo, presidente de l’Uomo Libero (www.luomolibero.it). "Le inquietanti notizie che giungono in merito alla carcerazione di Aung San Suu Kyi non possono più lasciare indifferenti e passare sotto silenzio. Auspichiamo che alla prossima riunione ministeriale Ue-Asean in programma il 27 maggio a Phnom Penh venga sollevata una chiara condanna a tutti i tentativi di genocidio che la giunta birmana sta portando avanti da sessant’anni, specialmente nei confronti della minoranza Karen" ha proseguito Pilo. "Il Pullman Rosso (la mostra fotografica itinerante allestita su un classico pullman londinese sulla repressione in Birmania, ndr.) si impegnerà ancora di più per rendere nota questa situazione. E' un compito che sento mio proprio e che non mancherò di portare avanti con tutte le mie forze", ha concluso.

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Maggio 2009 07:21
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.