Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Indice sulla Procura PDF Stampa E-mail
Scritto da adnkronos   
Sabato 13 Giugno 2009 09:44
 

Raisi interpella il ministro Alfano sulla sorprendente copertura di cui ha goduto la sfiorata strage in Casapound Bologna

Un'interpellanza al ministro della Giustizia Angelino Alfano è stata presentata dal deputato bolognese del Pdl Enzo Raisi sull’attentato incendiario messo a segno contro la sede di Casapound Bologna il 4 giugno scorso.
''Il 4 giugno 2009 - si legge nell'interpellanza - è stato fatto un vile attentato incendiario contro la sede di CasaPound a Bologna. Al momento dell’attentato erano presenti due persone che solo per un caso fortuito a quell’ora della mattina erano sveglie e si sono potute mettere in salvo fuggendo da una finestra''. Perciò, Raisi chiede al guardiasigilli ''se è vero che la Procura di Bologna ha aperto un’indagine per questa vicenda relegando l’attentato a semplice danneggiamento; e, se ciò risultasse vero, se non reputa l’accaduto quanto meno grave visto che palesemente si è rischiata una strage anche in virtù del fatto che una delle due persone è rimasta comunque ferita come risulta dai certificati medici in quanto intossicata dai fumi''. Infine, ''quali siano le motivazioni che hanno indotto i magistrati di Bologna a relegare il gravissimo fatto a semplice danneggiamento''.

 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.