Nel nome del padre Stampa
Scritto da Nuova Europa   
Sabato 11 Luglio 2009 12:10
 

Russia: un altro pezzo di memoria leninista scompare dalla capitale

     Mosca si prepara a dire addio ad un altro pezzo di passato sovietico: la stazione Leningradsky presto sarà ribattezzata Nikolayev, in onore dello zar che ne ordinò la costruzione nel 19esimo secolo e di una crescente attenzione ai desideri della chiesa ortodossa, che chiede di prendere le distanze dai 70 anni di impero ateo. Le Ferrovie di stato russe, infatti, hanno precisato che la decisione di cambiare nome alla storica stazione è stata presa come parte di un accordo con il patriarcato. D'altronde, se dalla stazione Leningradsky se un tempo si partiva da Mosca per Leningrado, ora la meta si chiama San Pietroburgo. Nel 1991, infatti, un referendum stabilì il cambio di nome della città sulla Neva, riportandolo alla paternità di Pietro il Grande.