Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Luglio 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Quelli che gettano olio bollente PDF Stampa E-mail
Scritto da Casa Pound Italia   
Lunedì 12 Ottobre 2009 22:33

Come nella cronaca romana del Corriere

 

 

IL PROBLEMA DI UN ARTISTA è SEMPRE IL FALSARIO.
12.10.2009

Il Turbodinamismo resta basito davanti al tendenzioso comunicato pubblicato in data 12 ottobre c.a. su Apcom, dal titolo "Lazio/ Roma, il manifesto di Casapound: Faremo tutto a pezzi", in cui vengono riportati stralci del Manifesto del movimento artistico al solo fine di accreditare l'immagine di un branco di pazzi al servizio di una Spectre nera riconducibile alla realtà di CasaPound Italia.

Questi burloni sarebbero simpatici se non fosse per la loro evidente cattiva fede. Quella di limitarsi a fare il cut-up di un manifesto artistico, estrapolare frammenti di frasi, ricombinarli per servire al banchetto della menzogna un'altra pietanza di minacce per rempire la pancia di Roma con altre tensioni inutili. Che sia la stessa mentalità perversa che ha causato oltre quaranta aggressioni ai danni di CasaPound in tutta Italia nell'ultimo anno?
Sono queste le merende offerte ai pensionati in gita per manifestare per la libertà di stampa?

Reputiamo pericoloso consacrarsi a manovre politiche di bassa lega come quella messa in atto dall'autore (o dagli autori) del comunicato in oggetto. Voler appioppare a un movimento artistico una carica di violenza puramente fisica è idiota, stupido, banale, doppiogiochista, strumentale.
Voler caricare sulle spalle di CasaPound Italia la responsabilità di un messaggio brutale è indegno di cervelli pensanti.
Non voler cogliere la metafora, l'ironia, il sarcasmo feroce, il sentimento di tensione della vita alla vita che anima la corrente artistica turbodinamista, così come tutta CasaPound Italia, è tendenzioso e di certo non caratterizzato da buonità d'intenti.
Per questo ci limitiamo, per adesso, a un laconico commento: "Scusate noi."
Ma solo per adesso. Riservandoci invece di valutare l'opportunità di rivolgerci alle sedi legali competenti.

"Il Turbodinamismo celebra la Vita" recita il nostro manifesto. Chi della Vita non perde occasione di dimostrarsi nemico si sentirà giustamente in pericolo. Giustamente, sì, perchè voi gaglioffi sarete sepolti da uno Tsunami di colori e suoni, risate e bellezza mentre berremo alla Vostra salute.

Turbodinamismo

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.