Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Sospendi anche tu PDF Stampa E-mail
Scritto da CasaPound, Novopress, RBN, Noreporter   
Domenica 07 Febbraio 2010 10:08


Il 10 febbraio dall'Italia, dalla Francia, dal Québec, una catena silenziosa sul web

Foibe: dalla Francia al Québec siti, blog e profili facebook 24 ore a lutto per la tragedia italiana
III edizione della manifestazione virtuale promossa da CasaPound Italia

Dalla Francia al Quebec, passando per Gran Bretagna, Grecia, Spagna, Portogallo e Svizzera: in vista del giorno del ricordo, il web, sotto la spinta dell'Italia, si mobilita e grida che ''la verità non può essere infoibata''.
Non si fermano infatti le adesioni alla terza edizione della manifestazione virtuale organizzata da CasaPound Italia, in collaborazione con Novopress Italia, NoReporter e Radio Bandiera Nera, nella 'Giornata del Ricordo dei martiri delle foibe e degli esuli istriani, giuliani e dalmati'. E così mercoledì 10 febbraio alle 11 centinaia tra siti internet, blog e forum e migliaia di profili Myspace e Facebook, corredati dal Tricolore, osserveranno un'ora di silenzio e manterranno il lutto per
le ventiquattr'ore successive per tenere viva la memoria della feroce pulizia etnica che fece 15mila vittime oltre 60 anni fa e dell'esodo forzato di centinaia di migliaia di italiani da Istria, Fiume e Dalmazia.
Una manifestazione che vuole essere una sorta di marcia silenziosa, dove le fiaccole sono le coscienze di tanti singoli e comunità che trovano espressione in un’operazione semplicissima: il
cambio di avatar come atto che testimonia una presa di coscienza su una tragedia troppo a lungo dimenticata.
''Manifesta con noi, dai voce alla tua volontà di ricordare'', si legge sulle locandine che hanno letteralmente invaso il web.
''Sensibilizzare e Agire - spiega CasaPound Italia - questi i due
verbi scelti per la terza edizione della manifestazione virtuale '10 Febbraio: La verità non può essere infoibata'. Sensibilizzare: nei confronti di un argomento tra i più scomodi, che vede un Paese uscire
con passo incerto dalla foschia della censura culturale tesa a nascondere la verità storica di una delle più grandi tragedie nazionali, un vero e proprio genocidio italiano, un'operazione sistematica di pulizia etnica perpetrata ai danni della popolazione italiana del Nord-Est, che ha dovuto subire rastrellamenti, deportazioni, torture e esodi di massa. Agire: in ogni sede, dalle istituzioni politiche alla scuola, si tende ad insabbiare con troppa disinvoltura i lati oscuri del proprio passato mediante la minimizzazione dei tragici eventi che a partire dall'8 settembre 1943 colpirono la comunità italiana di Istria, Dalmazia e Friuli-Venezia Giulia''.
CasaPound Italia, si legge ancora, ''riconosce come propria la cultura che si fa azione. E' per questo che l'Associazione organizza su tutto il territorio nazionale conferenze, fiaccolate, manifestazioni a
sostegno della verità storica, sopratutto quando si tratta della memoria traballante di chi vuole a tutti i costi dimenticare; è per questo che anche la rete, canale tra i più importanti per la diffusione delle idee, viene da tre anni a questa parte coperta dalla nostra azione'. In un Paese sull'orlo di una crisi che fa impallidire la memoria storica di chi ci ha preceduti; in una terra ai limiti del collasso, in cui forze fresche hanno deciso di alzare la testa, l'affermazione 'La verità non può essere infoibata' è un atto rivoluzionario''.
http://www.casapounditalia.org 3495444819

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Febbraio 2010 10:09
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.