Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Della precarietà dei confini PDF Stampa E-mail
Scritto da repubblica.it   
Lunedì 30 Aprile 2018 00:31


Che poi, in Europa, non hanno più senso

Con lo scioglimento dei ghiacciai si sposta il confine italo-svizzero e il rifugio italiano Guide del Cervino, a 3.480 metri sul Plateau Rosà, si scopre per tre quarti in territorio elvetico. La questione è emersa dopo che la società delle guide, proprietaria dell'immobile, ha tentato di avviare l'iter per la ristrutturazione che rischia di non poter proseguire, intrappolato nel groviglio delle competenze tra il comune valdostano di Valtournenche e quello svizzero di Zermatt e delle differenti normative nazionali. Della questione si occuperà una Commissione paritetica la cui riunione è in programma dal 2 al 4 maggio prossimi.
Tutto nasce dal "confine mobile" tra Italia e Svizzera previsto da una legge del 2009. Un'invenzione resa necessaria dopo che lo scioglimento dei ghiacciai ha cancellato i riferimenti storici: il confine coincide ora con la linea di cresta che nel frattempo è emersa  e che ai piedi del Cervino taglia a metà il rifugio e anche l'adiacente scuola di sci.
"Occorre cercare di risolvere la controversia creatasi con l'introduzione del confine mobile sui ghiacciai", sollecita il senatore valdostano Albert Lanièce, che ha incontrato il ministro plenipotenziario Vittorio Rocco di Torrepadula. "Ho ricevuto assicurazioni circa l'impegno dell'alto rappresentante del Ministero degli Affari Esteri - aggiunge - per trovare tutte le strade possibili che portino ad una risoluzione di questa criticità che sta causando notevoli disagi in un importante settore come quello del turismo di montagna".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.