Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Settembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Stupidi e miserabili PDF Stampa E-mail
Scritto da repubblica.it   
Lunedì 18 Giugno 2018 00:22


La madre dei pezzenti è sempre incinta

"Farai la fine della Petacci". Questa una delle minacce apparse in una lettera anonima, firmata da un sedicente "Gruppo armato antifascista" e recapitata alla sindaca leghista di Cascina (Pisa), Susanna Ceccardi. Il cui nome viene associato a quello dell’amante di Benito Mussolini, uccisa insieme a lui dai partigiani nel 1945. Lo riportano i quotidiani locali. La lettera è stata spedita da Firenze, ha viaggiato come posta ordinaria ed era indirizzata al municipio della cittadina dove prima di essere aperta è stata normalmente protocollata insieme al resto della corrispondenza.
Secondo quanto riportato dai giornali il testo era scritto a penna e conteneva, oltre alla minaccia di morte, ingiurie ("Sei una fascista"), e offese, anche a sfondo sessuale. Susanna Ceccardi ha informato polizia e carabinieri a cui presenterà formale denuncia. Tuttavia dalle Fiandre dove si trova per un convegno dice: "Mi sembra soltanto un cretino, uno sessualmente disturbato" taglia corto lei. Sui social è stata spesso oggetto di ingiurie sessiste: "Ma non sono una abituata a piangersi addosso, metterò più impegno e più grinta per difendere le mie idee" aggiunge.
Già nel novembre 2017 Ceccardi aveva ricevuto un'altra minaccia di morte: una lettera contenente un proiettile calibro 28 su cui la procura di Pisa aveva aperto un'inchiesta. A marzo, per quell'espidio, era arrivata la denuncia per un pensionato di 60 anni. Mentre a fine maggio l'onorevole pisano della Lega, Edoardo Ziello, ricevette un messaggio da un presunto islamico che che si diceva pronto a "far penzolare le teste degli infedeli dalla moschea".


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.