Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Adelante Pedro, con juicio! PDF Stampa E-mail
Scritto da lastampa.it   
Giovedì 19 Luglio 2018 00:13


Un ministro che sembra serio

Il Mef ha avviato un task force per la revisione dell'Irap e "per analizzare i profili di gettito in vista della definizione della flat tax, in un quadro coerente di politica fiscale e in armonia con i principi costituzionali di progressività che l'attuale sistema Irpef fa fatica a garantire". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, in audizione alla Commissione Finanze del Senato. L'obiettivo è quello di mettere in essere "azioni strutturali fortemente orientate a rendere l
Inoltre, secondo il responsabile dell'Economia "il reddito di cittadinanza si farà trasformando strumenti di protezione sociale già esistenti in altri strumenti", poi si vedrà "il costo differenziale e come introdurlo gradualmente".
C'è poi il capitolo della pace fiscale: "Non significa varare nuovi condoni ma pensare a un fisco amico del contribuente, che favorisca l'estinzione dei debiti". Insomma, occorre passare "da uno stato di paura nei confronti dell'amministrazione finanziaria alla certezza del diritto e alla fiducia, mutare il rapporto tra Stato e contribuenti adottando come principio guida la buona fede e la reciproca collaborazione tra le parti".
Tria ha poi preso in esame i nodi della crescita. "Nel 2018 si registrano ancora tassi positivi seppur a un ritmo lievemente inferiore a quello medio registrato nel 2017" ha spiegato enunciando le linee programmatiche del suo dicastero, ritenendo "ancora possibile conseguire nell'anno in corso una crescita non lontana da quella programmata anche se il quadro internazionale fa prevedere un rallentamento". Anche nel 2019 gli istituti internazionali indicano "un rallentamento nei principali Paesi europei che avrà un impatto anche sull'economia italiana per le forti interdipendenze".
Fisco e Piccole imprese, a Gorizia è un paradiso e a Reggio Calabria un inferno
C'è poi il capitolo delle fatturazioni elettroniche che "a partire dal primo gennaio 2019 costituiranno un obbligo generalizzato anche nelle cessioni tra privati. Conseguentemente - ha aggiunto Tria - verrà abrogato lo spesometro. L'acquisizione in tempo reale dei dati delle fatture sarà un potente strumento di controllo e allo stesso tempo un alleggerimento dei controlli invasivi sui contribuenti. Deve essere chiaro che la data di introduzione della fatturazione elettronica non subirà modifiche".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.