Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Novembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Il testo del Centenario PDF Stampa E-mail
Scritto da Comitato Pro Centenario   
Mercoledì 31 Ottobre 2018 02:10


Chiunque può stamparlo così e firmarlo a nome del Comitato o del Comitato e della propria sigla di appartenenza

Il 4 novembre di cent'anni fa l'Italia vinceva la Grande Guerra e iniziava il percorso di rigenerazione.
Noi non celebriamo la vittoria di un nazionalismo su un altro né ci accodiamo al pietismo pacifista che ammorba l'etere.
Celebriamo l'Italia delle trincee, l'Italia degli Arditi, l'Italia futurista, l'Italia della Rivoluzione.
L'Italia che si era cementata nel valore e nel cameratismo al di là delle classi, dei dialetti, delle regioni, l'Italia che si apprestava a marciare per rinnovare se stessa e per assurgere a guida nel mondo. L'Italia che inventò in qualche sorta l'internazionale dei nazionalismi e diede una scossa salutare, virile, scanzonata, poetica, artistica, eroica, spregiudicata, a una società in decadenza.
Noi celebriamo nel Centenario di Vittorio Veneto e nei centenari che seguiranno per quattro anni ancora, l'Italia del futuro, quella che albeggiò allora e che non tramonterà.

ONORE E GLORIA ALLE ARMI ITALIANE!

Comitato Pro Centenario

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.