Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Marzo 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Come al solito si fa da soli PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Mercoledì 19 Dicembre 2018 00:15


Il made in Italy che funziona, malgrado il sistema Italia

Il made in Italy accelerato dalle nuove tecnologie, dai social media, dalla rete. Il made in Italy che vive nei prodotti e servizi innovativi, nella ricerca d'eccellenza, nella contaminazione di competenze e saperi. Il made in Italy che ridisegna laboratori, botteghe, spazi di lavoro delle PMI italiane. Benvenuti negli anni del (RE)made in Italy. Dopo Napoli, Torino e Firenze, è sbarcato alla Camera dei Deputati il tour (RE)made in Italy, promosso dalla nostra job community Wwworkers.it con il sostegno di Google, eBay, Edison, Mytaxi e la media partnership di Rainews24. Così dopo aver portato all’attenzione della politica le 10 azioni per entrare nell’economia digitale e aver realizzato il fact-checking su ciò che è stato fatto e c'è ancora da fare, dopo aver delineato i worktrends ovvero le tendenze del lavoro, il Wwworkers Camp 2018, realizzato in collaborazione con l'Intergruppo Parlamentare Innovazione, ha puntato l'accento sul (RE)made in Italy, il made in Italy che nasce dalla tradizione ma sa migliorarsi con le nuove tecnologie. Venerdì 14 dicembre nella Sala della Lupa ventisette piccoli imprenditori, artigiani e contadini digitali hanno raccontato come stanno reinterpretando il made in Italy grazie alle nuove tecnologie e alla rete, hanno fatto il punto con esperti e con le associazioni di categoria sulle nuove tendenze del mondo del lavoro e si sono confrontati con la classe politica sugli strumenti necessari per incentivare l’economia digitale e il lavoro.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.