Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Aquisgrana oggi PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Martedì 22 Gennaio 2019 00:56


Si rinsalda l'asse franco-tedesco

Ovvero: i cani abbaiano, la carovana passa

Un'ottima notizia per il futuro dell'Europa nel mondo. Ora bisogna cambiare quest'Europa (popoli vs oligarchie) e dare un ruolo all'Italia che continua a girare a vuoto da decenni

Angela Merkel ha affermato che al contratto di Aquisgrana, alla firma il prossimo 22 gennaio fra Parigi e Berlino, sarà aggiunta "una lista di progetti, che in modo permanente mostri come Germania e Francia in Europa portino le cose avanti insieme". La cancelliera ha sottolineato che la cooperazione sarà molto ampia, ricordando che ci sarà un momento in cui, in primavera, Francia e Germania si troveranno a guidare, in due mesi consecutivi, il Consiglio di Sicurezza dell'Onu: "Così si può dire che non collaboriamo solo sul piano economico e nelle regioni di confine, ma anche rispetto alle sfide globali". Ad Aquisgrana Merkel ed Emmanuel Macron firmeranno, martedì prossimo, il contratto che rilancia l'amicizia franco-tedesca sancita dal contratto dell'Eliseo.
"Noi lavoriamo per l'Europa e vogliamo dare impulsi per l'unione europea". Lo ha detto Angela Merkel, nel consueto videomessaggio del sabato, pubblicato sul sito del governo tedesco, in vista della firma del trattato di Aquisgrana.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.