Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
ExoMars PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Mercoledì 27 Marzo 2019 00:16


Europei e Russi insieme su Marte

Chiamata"Kazachok", come la danza popolare russa, è arrivata in Italia la piattaforma che atterrerà su Marte nella missione ExoMars 2020 organizzata da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Russa (Roscosmos) e destinata a cercare tracce di vita sul pianeta rosso.  Spedita dalla Russia in un contenitore a prova di contaminazioni biologiche, è pronta per i test finali e l'assemblaggio nella camera super-sterile degli stabilimenti di Torino della Thales Alenia Space (Thales-Leonardo).
La missione ExoMars comprende due progetti: il Trace Gas Orbiter si trova già in orbita intorno al Pianeta Rosso per studiarne l'atmosfera, mentre la piattaforma e il rover "Rosalind Franklin", in onore della scienziata inglese che diede un contributo fondamentale alla comprensione della struttura del Dna, atterreranno su Marte con un lancio programmato per il 2020. A differenza del rover, che si sposterà andando in esplorazione ed effettuando diverse ricerche scientifiche, la piattaforma rimarrà nel sito di atterraggio per investigare il clima, l'atmosfera, le radiazioni e la possibile presenza di acqua.
Durante l'anno altri componenti, come i sistemi di protezione termica e i moduli del rover, giungeranno in Italia per l'assemblaggio finale: "Ora abbiamo un agenda molto fitta e piena di scadenze per i test e le consegne, sia in Italia che in Francia", spiega François Spoto, responsabile di ExoMars per l'Esa. "La coordinazione tra le squadre russe ed europee sarà fondamentale per arrivare al lancio dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, nei tempi previsti".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.