Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Settembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Rockstar PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Martedì 14 Maggio 2019 00:48

Le stelle supergiganti blu sono un po' come le 'rockstar' dell'universo, perchè vivono velocemente e muoiono giovani. Per la prima volta è stato possibile osservarne una Per la prima volta è stata osservata una stella blu supergigante, cioè una di quelle stelle massicce che vivono velocemente e muoiono giovani, un po' come le rockstar dello spettacolo. Le ha descritte per la prima volta nei particolari una ricerca dell'università britannica di Newcastle pubblicata sulla rivista Nature Astronomy
E' un risultato importante perché stelle come queste sono decisamente difficili da studiare. Adesso il gruppo guidato da Tamara Rogers ha scoperto che la loro luce brillante si increspa in superficie formano onde simili a quelle generate sulla Terra negli oceani e dai terremoti.
"Le stelle hanno forme, dimensioni e colori diversi. Alcune sono come il nostro Sole, che vivono calme per miliardi di anni, mentre quelle massicce vivono molto meno e sono molto più attive, prima di esplodere in una supernova ed espellere il loro materiale nello spazio", commenta Rogers. I due tipi di onde, prosegue, "ci danno informazioni di tipo diverso e adesso possiamo iniziare a capire come la stella si muove e ruota, conoscere la sua fisica e la chimica".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.