Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Novembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
In Egitto lo hanno sempre amato PDF Stampa E-mail
Scritto da ilgiornale.it   
Martedì 08 Ottobre 2019 00:22


D'altronde più del Mein Kampf vende solo il Corano

Il presidente del parlamento egiziano, Ali Abdel Aal, ha in questi giorni scatenato feroci polemiche per avere pubblicamente elogiato Adolf Hitler.
Durante un recente discorso rivolto ai deputati nazionali e diretto a giustificare le spese per infrastrutture decise dal Capo dello Stato al-Sisi, lo speaker della Camera dei rappresentanti, riporta il sito di informazione Middle East Eye, avrebbe appunto manifestato apprezzamenti verso i progetti ingegneristici del Fuhrer.
Nel suo intervento alla presenza dei parlamentari, Abdel Aal ha infatti dichiarato che, come i grandi piani di ammodernamento infrastrutturale voluti da Hitler negli anni Trenta hanno posto le basi del successivo sviluppo economico tedesco, così i lavori pubblici appoggiati dal presidente egiziano garantiranno al Paese arabo benessere negli anni a venire.
Il passaggio maggiormente controverso del discorso dello speaker è stato il seguente: “Hitler ha commesso degli errori, ma va riconosciuto che egli si è potuto espandere a est e a ovest grazie alla solida rete infrastrutturale da lui stesso messa a punto”.
Abdel Aal ha poi chiarito che la strategia elaborata dal presidente al-Sisi in materia di lavori pubblici mira a provvedere l’Egitto di un sistema di trasporti e di costruzioni strategiche modellato proprio su quello esistente in Germania. Egli ha infine esortato i deputati nazionali a sostenere l’impegno del Capo dello Stato a costruire un Paese moderno per mezzo di ingenti stanziamenti in infrastrutture.
Sull’onda delle polemiche, esplose principalmente su Internet, riguardo all’elogio fatto dallo speaker verso la strategia di Hitler diretta a rafforzare il patrimonio di opere pubbliche tedesco, Abdel Aal è stato alla fine indotto a rettificare. Egli ha innanzitutto accusato i media di avere “decontestualizzato” le sue parole, per poi affidare alle pagine della rivista locale Egypt Today una dichiarazione nettamente antinazista: “Tutti sanno quello che Adolf Hitler ha fatto all’umanità, quindi nessun uomo con un minimo di cervello potrà mai lodare le sue azioni”.
Egli, sempre nella dichiarazione rilasciata al mensile egiziano, ha infine chiarito: “Nessun Paese può raggiungere benessere e sviluppo senza un robusto sostrato infrastrutturale. Questo è quello che intendevo dire nel mio discorso ai deputati, che tante polemiche ha generato”.
Nonostante la precisazione di Abdel Aal, diversi internauti continuano a biasimarlo per avere espresso stima nei confronti di Hitler e per avere con ciò pregiudicato la reputazione internazionale dell’Egitto

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.