Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Puntiamo oltre il Coronavirus PDF Stampa E-mail
Scritto da Gabriele Adinolfi   
Sabato 14 Marzo 2020 01:57


Dovremo far fronte ai disastri sociali e possiamo riuscirci

Coronavirus.
L'Italia è in quarantena, molte nazioni europee rischiano di entrarvi. Nessuno sa quando e come se ne uscirà.
Alcuni effetti sono già prevedibili.
I danni all'economia saranno enormi. Molte imprese falliranno e tantissima gente perderà il lavoro in una fase drammatica per tutto l'occidente.
I ceti produttivi, i piccoli produttori, i commercianti, sono a rischio di sopravvivenza.
Di molti salariati neanche a parlare.
Quali che siano le future contromosse, si va sempre di più incontro al dislivello sociale.
Il modello privatistico di tipo americano, anche nell'assistenza, potrebbe imporsi.
I diritti acquisiti nel XX secolo si ridurranno progressivamente.
Dovremo affrontare un momento drammatico e sarà opportuno giungervi preparati.
Bisognerà creare delle vere e proprie forme di organizzazione sociale e di solidarietà. Un po' come il mutuo soccorso del tempo in cui non si era avviato ancora lo stato sociale.
Serviranno anche reti di contatto, di distribuzione, di finanziamento comune.
Da affiancare a quelle di garanzia (ad esempio tra gli Stake Holders in Europa).
Non sto parlando di organizzazioni di setta o di piccolo gruppo, ma di organizzazioni consistenti per il rilancio dell'iniziativa e dell'autonomia. Solo il coordinamento delle forze potrà consentirci di rigenerare tutto.
Ritengo che si debba procedere gradualmente ma che si debba anche giocare d'anticipo.
Chi abbia già capito qual è l'esigenza mi contatti: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Potremo avviare qualche struttura dormiente da attivare quando necessario e iniziare ad organizzare le reti di comunicazione e di diffusione.
I più se ne accorgeranno tardi, ma se in pochi avremo agito in anticipo, sarà un bene per tutti.

 

 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.