Sergio Ramelli: a 29 anni dall'assassinio Stampa
Scritto da Noreporter.org   
Giovedì 29 Aprile 2004 01:00

Il 29 apr. 1975 moriva, dopo 47 giorni di coma, Sergio Ramelli (18 anni).

Ucciso, sotto casa a colpi di chiave inglese, da un gruppo di universitari di Medicina. Non conoscevano nemmeno la loro vittima, colpirono solo in nome dell'odio politico.Ad armare la mano degli assassini fu una spietata ideologia, che in Italia aveva (ed ha ancora oggi) importanti complicità, potenti connivenze e forti leve di potere. Per la cronaca: Sergio non era un teppista, un picchiatore o "attaccabrighe" e forse proprio per questo è stato scelto come vittima. Era un ragazzo mite che per sua sfortuna pensava con la sua testa. La sua colpa? Essere un iscritto del Movimento Sociale Italiano. La mortefu solo la fine di un intenso periodo di soprusi, minacce e violenze.