Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Amore e fedeltà PDF Stampa E-mail
Scritto da lastampa.it   
Mercoledì 16 Maggio 2018 00:08


Da lasciar senza parole

Il dolore è un’emozione molto umana, ma è qualcosa che anche gli animali provano. A dimostrarlo è stata Sadie, una cagnolina di 13 anni mix di border collie, dalmata e pastore tedesco, che ha perso il suo fedele amico umano a causa di un attacco di cuore.
Il cane, che era stato cresciuto dal defunto Andy da quando era solo una cucciola, ha mostrato i segni di un grosso cedimento emotivo subito dopo la morte del suo proprietario. Addirittura, mentre il pover’uomo era steso a terra, “lei provava a mettere la testa nella sua mano per provare a svegliarlo”, ha detto Jeremy May, presidente di Element Cemation, Pre Planning and Burial, di Langley, nella British Columbia, il quale ha assistito agli ultimi momenti del cane con il suo amico, prima che l’ambulanza lo portasse via.
La cagnolina, che ha sofferto di depressione in modo evidente dopo la morte di Andy, ha aspettato pazientemente alla finestra il ritorno del suo proprietario e contemporaneamente ha smesso di mangiare e di dormire da sola, tanto da perdere più di 5 chili.
La moglie di Andy sapeva che Sadie era fedelissima al suo proprietario e che anche lei, come i parenti più stretti, aveva bisogno di dire addio al suo migliore amico. Così ha deciso di organizzare un modo perché anche la cagnolina potesse partecipare ai funerali.
Sadie è stata l’ultima a portare i suoi saluti alla bara di Andy: si è avvicinata docilmente insieme alla vedova Julia e ha poggiato le zampe sul bordo per qualche secondo, poi è scesa e si è allontanata. «Nessuno è riuscito a trattenere le lacrime quando la ha vista», ha raccontato Jeremy May, che ha definito la partecipazione di Sadie “incredibile”.
Dopo l’ultimo addio, la cagnolina è tornata a casa e finalmente ha mangiato, per poi ricominciare a vivere una vita normale e a fare le sue attività consuete. A dimostrazione che, davvero, l’addio al suo amico era necessario per farle elaborare il lutto in modo completo.
Jeremy ha raccontato che, secondo la sua esperienza, moltissime persone decidono di organizzare i loro funerali prima della morte e vogliono includere la presenza dei loro fedeli amici a quattro zampe. Nel caso di Sadie, la sua partecipazione non era stata programmata ma non è stato un problema aggiungerla. 
In ogni caso, Jeremy consiglia a tutti gli amanti degli animali di indicare la loro presenza tra i desideri da inserire nel testamento, in modo che i loro cari si occupino di tutti gli adempimenti necessari. Anche gli animali, infatti, hanno bisogno di dire addio a modo loro alle persone con cui hanno condiviso la vita, esattamente come gli umani.


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.