Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Giugno 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Dieci anni dalla tragedia de L'Aquila PDF Stampa E-mail
Scritto da noreport   
Sabato 06 Aprile 2019 00:45


La dignità di un popolo e l'ultima grande prova di un'area politica

 

Il 6 aprile 2009 il terremoto distruggeva la città rifondata da Federico II, sepolta tra macerie e migliaia di vittime.
Per oltre un mese ci fu una comunione effettiva tra un popolo provato e privato di tutto e le centinaia di volontari del progetto "Fratelli d'Italia", da non confondersi con il successivo partito, che s'impegnarono quotidianamente. In prima fila e in misura massiccia CasaPound che si stabilì a Poggio Picenze, quindi il Soccorso Sociale, sito a L'Aquila stessa. Poi tante componenti dignitose, per lo più legate ad associazioni e a consiglieri circoscrizionali romani.
Fu l'ultima grande prova di umiltà e di coesione popolare di un'area politica pressoché nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Aprile 2019 22:03
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.