Una sana picconata Stampa
Scritto da noreporter   
Martedì 20 Agosto 2019 00:22


Settantanove anni fa

20 agosto 1940: in Messico Lev Davidovič Bronštejn detto Trotsky viene ferito alla testa con una picconata da Mercader, incaricato da Stalin di eliminarlo. L'indomani il comandante dell'Armata Rossa, il teorico dell'internazionalista Rivoluzione Permanente, spirerà. La metastasi di cui era il principale agente - in complicità con Wall Street e Londra - era stata contenuta dall'insurrezione polacca, dai Corpi Franchi in Germania e dalle Camicie Nere in Italia. Il tentativo di costituire un polo sovversivo in Spagna si era appena concluso in una rovinosa disfatta. Il trozkismo, sconfitto ovunque, restava però vivo nel mondo della finanza e del terrorismo. Presto avrebbe infiltrato seriamente l'Onu e, quindi, costituito l'Internazionale del Terrore. E non è affatto morto, tutt'altro! È l'ideologia delle Ong, ad esempio.